Si mosse. Ed io sentii con una punta d’amarezza tosto consolata che mai più le sarei stata vicino. La seguì dunque come si insegue un sogno che si ama vano: così eravamo divenuti a un tratto lontani e stranieri dopo lo strepitio della festa, davanti al panorama scheletrico del mondo.
Dino Campana. Canti orfici

         La magia della sera, languida amica del criminale, era galeotta delle nostre anime oscure e i suoi fastigi sembravano promettere un regno misterioso. E la sacerdotessa dei piaceri sterili, l’ancella ingenua ed avida e il poeta si guardavano, anime infeconde inconsciamente cercanti il problema della loro vita. Ma la sera scendeva massaggio d’oro dei brividi freschi della notte.

La Notte. Dino Campana, Canti Orfici. 

… Convinta quanto me che incontrarsi per caso non era un caso nelle nostre vite, e che la gente che si dà appuntamenti precisi è la medesima che ha bisogno del foglio a righe per scrivere o che preme dal basso il tubetto del dentifricio.

Julio Cortàzar, Rayuela

"Cerchiamo uomini per spedizioni all’avventura. Bassa paga. Freddo estremo.  Lunghi mesi di oscurità totale. Pericolo Costante. Ritorno a casa non assicurato. Oneri e riconoscimenti in caso di successo."

gennaio 1914, annuncio pubblicato sul Times da Ernest Shackleton 
per reclutare uomini per la prima spedizione al Polo Sud.
#ship #sea #nave #mare #Shackleton

"Cerchiamo uomini per spedizioni all’avventura. Bassa paga. Freddo estremo. Lunghi mesi di oscurità totale. Pericolo Costante. Ritorno a casa non assicurato. Oneri e riconoscimenti in caso di successo."

gennaio 1914, annuncio pubblicato sul Times da Ernest Shackleton
per reclutare uomini per la prima spedizione al Polo Sud.
#ship #sea #nave #mare #Shackleton

Se la natura ha creato una cosa che meno delle altre è suscettibile di proprietà esclusiva, essa è quell’attività della facoltà di pensiero chiamata idea, di cui un individuo è il solo proprietario fintanto che la tiene per sé; ma nel momento in cui essa si diffonde, diviene necessariamente proprietà di ciascuno, e chi la riceve non può disfarsene. Sua caratterstica distintiva, inoltre, è che nessuno la possiede in misura minore, poiché ciascuno la possiede nella sua interezza. Chi riceve un’idea da me, riceve una conoscenza che non toglie nulla alla mia, così come chi accende la sua candela con la mia si fa luce senza per questo lasciarmi al buio. Che le idee circolino liberamente, una dopo l’altra, in tutto il mondo, perchè gli uomini possano a vicenda trarne istruzione morale e miglioramento personale, sembra un fatto voluto espressamente da una natura benevola, che le ha fatte come il fuoco, libere di diffondersi ovunque senza perdere in nessun punto la loro intensità, e come l’aria che respiriamo, nella quale ci muoviamo e ci collochiamo come entità fisiche insofferenti di confini e di appropriazioni esclusive. Le invenzioni non possono dunque, per loro natura, essere soggette a un regime di proprietà

Thomas Jefferson. III presidente degli Stati Uniti d’America e Padre fondatore della Nazione

"Credo nell’eleganza dei cimiteri di automobili, nel mistero dei

parcheggi multipiano, nella poesia degli hotel abbandonati.

Credo nelle infatuazioni per stazioni di rifornimento in disuso

(più belle del Taj Mahal), nuvole e uccelli.

Credo nella luce emessa dai videoregistratori nelle vetrine dei

grandi magazzini, nell’intuito messianico delle griglie del

radiatore delle automobili esposte, nell’eleganza delle macchie

d’olio sulle piste catramate dell’aereoporto.

Credo nel morbo conservato per la razza umana dagli

astronauti di Apollo.

Credo nell’impossibilità dell’esistenza, nell’inesistenza

dell’universo, nella noia dell’atomo.

Credo negli odori corporali della principessa Diana.

Credo nei prossimi cinque minuti.

James. G.Ballard

ecocilento:

La storia della democrazia Keynote speech Pietro Speroni di Fenizio - State of the Net 2013 - Trieste (Italy)


I cittadini oggi non si limitano a votare, esprimono preferenze introducendo nuove opzioni. Bisogna dunque trovare un modo per considerare queste preferenze ed opzioni in modo equo. L’ intervento di Pietro Speroni di Fenezio alla conferenza di State of the Net su come si è evoluta la teoria del voto 

Citizens today are not limited to vote, express preferences by introducing new options. We must therefore find a way to consider these preferences and options in a fair manner. Pietro Speroni Fenezio's talk at State of the Net on how evolved the theory of voting